Quattordici case mobili donate agli abitanti di Norcia da ECV Group.

Ci sono eventi naturali di fronte ai cui il senso di responsabilità ha indiscutibilmente la precedenza rispetto ad ogni iniziativa imprenditoriale.
Per noi è accaduto a Norcia, comune di quasi 5000 abitanti in provincia di Perugia. In questa amena località avvolta dall’Appennino umbro-marchigiano e dal Parco Nazionale dei Monti Sibillini, lo scorso 30 Ottobre la terra ha scosso case e persone, lasciando molti residenti senza una dimora, e talvolta senza un posto di lavoro. Il bilancio fortunatamente non ha registrato vittime, anche se il paesino – famoso in tutto il mondo per la fioritura multicolore – è stato raso al suolo.

Così, in attesa della ricostruzione programmata dal Governo, ECV Group si è mobilitata per trasportare alcune case mobili dal Camping Fabulous di Ostia nelle zone colpite. La consegna è stata effettuata ufficialmente lo scorso 29 dicembre, anche se alcune famiglie ne erano entrate in possesso già da qualche settimana.

«Quella di Norcia è un’iniziativa che abbiamo sentito particolarmente – ha affermato Marco Galletti, direttore generale del Gruppo -. Una volta recati sul posto, siamo rimasti colpiti dallo spirito positivo con cui le persone hanno reagito di fronte ad un evento di tale portata. Per questo, anche se in piccolo, siamo felici di aver potuto contribuire attivamente al sostentamento di alcune famiglie, in un momento per loro così delicato. I migliori auguri di un sereno 2017 vanno a loro, come alle popolazioni di Accumoli ed Amatrice, che con i loro sorrisi ci hanno insegnato il significato della parola CORAGGIO».

Ventiquattro metri quadri riscaldati, in cui famiglie con figli hanno potuto trasferirsi immediatamente, muovendosi da tendopoli o da sistemazioni di fortuna allestite nel dopo-sisma.

Nello stesso giorno è accorsa in visita anche il Ministro della Difesa Roberta Pinotti, che si è intrattenuta per monitorare lo stato di avanzamento dei lavori di ricostruzione e porgere l’augurio di buone feste ai militari. Un sentito ringraziamento è arrivato anche dal Sindaco della cittadina umbra Nicola Alemanno e dalla Protezione Civile.

Con cinque posti letto ciascuna, le sistemazioni sono di norma destinate ad uso turistico, ed installate in contesti naturalistici per via del loro basso impatto ambientale. Realizzate con materiale isolante e dotate di pompa di calore, permetteranno di alleviare la sofferenza alle popolazioni colpite dalla tragedia durante l’inverno.