ECV Group guarda al futuro, e lo fa scommettendo sulle nuove tecnologie. E’ recente infatti la partecipazione dello staff dell’azienda all’appena conclusasi settima edizione dell’evento “Buy Tourism Online”, alla Fortezza da Basso di Firenze. Una fiera che ha visto la holding operante principalmente nel turismo en-plen-air misurarsi con realtà nazionali ed internazionali del digital e riscontrare feedback positivi in fatto di creatività e slancio verso il futuro.

La manifestazione ha infatti convogliato nei suoi due giorni (2 e 3 dicembre) sia start-up che aziende già affermate del mondo del turismo online con l’obiettivo di sviluppare nuovi settori di mercato attraverso l’ausilio dei mezzi che la rete mette a disposizione per l’hospitality management. Ricco il programma di keynotes nelle sette sale conferenze: tra gli argomenti toccati sono spiccati gli web analytics applicati al booking, il retargeting, lo storytelling, i big data, la realtà aumentata, il social eating e la brand reputation online con Josiah Mackenzie e la sua piattaforma ReviewPro. E ancora, il mondo degli Instagramers, i metasearch, i virtual payment e – tra le startup invece – Utrip, Uber, Hotel Tonight e l’appena lanciata Travel Appeal.

Dal canto suo, lo staff di ECV Group ha orientato tutta la sua comunicazione sul lancio del claim “Turismo openair, sicuri di conoscerlo?”, e questo con l’intento principale di promuovere il brand ECVacanze cavalcando il filone della spesso “falsata” concezione del camping che l’italiano medio conserva: ovvero il campeggio degli anni ’70 (ovviamente disallineata con il posizionamento delle strutture ECV). Lo studio della comunicazione visual – in perfetto stile storytelling – è stato volto ad estremizzare questo concetto, riportando l’immagine antiquata dell’agglomerato di tende e roulotte (disorganizzate e prive di servizi), il tutto accostato ad immagini attuali dei villaggi del Gruppo.

Anche le attività sui social network hanno ricalcato questo sentiment attraverso gli hashtag #openair #openmind, destando la curiosità di importanti tv nazionali. Il secondo giorno di fiera invece è stata lanciata anche una “Tweet Story”: un racconto basato su 15 tweet in cui si faceva rivivere le gesta da film di una famiglia degli anni ’70 in vacanza in tenda.

Ultima nota rilevante: anche il Ministro allo Sviluppo Economico Dario Franceschini e l’Assessore al Turismo della Regione Toscana Sara Nocentini si sono soffermati allo stand di ECVacanze incuriositi dalla proposta del gruppo e dalla linea di comunicazione fresca ed originale.