Prevista per metà Settembre l’apertura del Mercato Centrale alla Stazione Termini. Iniziati i lavori nei 2500 metri quadri di spazio.

La notizia era già trapelata lo scorso Marzo, l’ufficialità è stata data solo da qualche settimana.
Il Mercato Centrale aprirà a Settembre alla Stazione di Termini di Roma. L’evento mette in luce ancor di più la politica di Grandi Stazioni di voler rigenerare le zone limitrofe ai poli ferroviari maggiori d’Italia, per creare delle aree attrattive stabili e sicure. L’asset del food in questo si è dimostrato vincente, come lo dimostrano le cronache di Firenze, dove per la Stazione Santa Maria Novella sono stati coinvolte realtà imprenditoriali solide ognuna nel proprio settore merceologico a creare un vero e proprio “viaggio del gusto”.
Se a San Lorenzo, il teatro del Mercato è lo storico edificio di Mengoni, a Roma gli artigiani del gusto risiederanno all’ombra dell’imponente Cappa Mazzoniana.

Una fucina artigiana, della quale faranno parte alcuni operatori della squadra fiorentina, coadiuvati da altrettanti romani unitamente ad alcune new entry. Da San Lorenzo ci saranno così Savini Tartufi, la cucina vegetariana e vegana di Veg&Veg, i cremolati, le granite di Arà, la pasticceria siciliana di Carmelo Pannocchietti da Modica, l’hamburger di Chianina de La Toraia (i cui allevamenti sono a Sinalunga, in provincia di Siena).
Oltre a loro, la formazione vedrà Roberto Liberati con la carne di qualità della sua bottega al Tuscolano, il celeberrimo Trapizzino di Stefano Callegari, l’Antica Pescheria Galluzzi, il maestro pizzaiolo Romualdo Rizzuti di Sud. E ancora, il pastificio di Eataly di Egidio Michelis, la selezione di formaggi di Beppe e i suoi Formaggi.

Un asse quindi Firenze-Roma che si fonderà sui rapporti di condivisione e scambio, di cultura gastronomica e di socializzazione tra le genti che vi entrano.
Ed è proprio sul “Rumore Sociale“, che è stata lanciata la scorsa settimana anche “Radio Mercato Centrale“, la nuova emittente radiofonica che si può ascoltare negli spazi del mercato di San Lorenzo ed in streaming. La programmazione e selezione dei brani – curati dal conduttore radiofonico Alessio Bertallot – trasmette ogni giorno musica italiana alternata al rumore live del mercato stesso. “Una novità assoluta – spiega Bertallot – che innesca un processo creativo poiché cronaca stessa di quello che succede nel mercato. A brani di musica italiana, dai grandi successi agli indipendenti, si alternano le voci della gente del mercato grazie ai microfoni istallati per tutta la struttura”. Alla conferenza di presentazione altre due eccellenze della musica italiana: Mogol e Ron.
Mercato Centrale Termini
via Giolitti, 36-38 – Roma | da metà Settembre