A partire dal 1°Maggio il Camping Village Norcenni Girasole Club vedrà il nascere di una nuova area glamping, con 60 tende per vivere la magia della natura toscana senza rinunciare a tutti i confort di un 5 stelle.

Erano i primi mesi del 2014 quando il capostipite dei villaggi del gruppo ECV – il Norcenni Girasole Club – veniva insignito con la vittoria del “Glamping Award 2014” nell’ambito della manifestazione fieristica “Tourism and Leisure Fair” di Utrecht. Un anno e mezzo dopo, come ad avvalorare la volontà da parte del gruppo di investire in questa direzione, prende vita “Glampsite”, progetto fortemente voluto dal board esecutivo anche in virtù delle numerose richieste da parte del pubblico amante di questo settore.

60 luxury lodge tent corredate di cucina, soggiorno, bagno attrezzato, terrazza in teak ed inserite nell’affascinante cornice del Chianti, in cui poter soggiornare gustandosi il tramonto tra le colline alberate.
Un upgrade che nascerà al Norcenni in prima battuta, per poi allargarsi nel corso dei prossimi anni anche nel resto delle strutture in Italia.

Sviluppatosi come l’ultima tendenza del settore turistico nell’anno passato, il Glamping sintetizza una nuova tipologia di vacanza che vuole fondere l’essenza del contatto con la natura tipica dei campeggi, con i comfort e i servizi degli hotel a 5 stelle. Sulla scia di un turismo che si sta delineando sempre più come esperienziale, i primi a cimentarsi in questa nuova forma di hospitality sono stati gli States. La travel agency online GlampingHub.com si è difatti posta l’obiettivo di selezionare e promuovere il top delle strutture del settore nei cinque continenti. E questo a partire da quelle più incontaminate adibite a safari di lusso in Africa, fino ad arrivare alle tende-igloo dello svizzero eco-luxury resort Whitepod. Due gli aspetti fondamentali in questa corsa al rating: far vivere un soggiorno unico, in un contesto di strutture eco-sostenibili e dallo spiccato orientamento al green.

I primi «glamping» italiani – tutti sorti nell’ultimo biennio – sono nati proprio con l’intento di rivoluzionare il concetto di vita di campeggio (spesso considerata spartana) allineandosi con il percorso affrontato già da tempo in altre parti del mondo. «Perseguendo una politica basata sul cercare di anticipare sempre i tempi rispetto alla concorrenza, il nostro gruppo – leader in Italia nel turismo all’aria aperta – non poteva esimersi dal creare la prima nicchia “luxury” di camping – così si è espresso Marco Parlangeli, Direttore Generale della holding -. I numeri di questa scelta ci hanno dato immediatamente ragione, visto e considerato che le 60 tende “Glampsite” del Norcenni hanno già registrato il full booking per l’intera stagione estiva. Dal punto di vista aziendale, ECVacanze abbraccerà da oggi anche questo modello di business, non distinguendolo come un concept autonomo, ma inserendolo in un unicum naturale, come estensione alternativa della vacanza en-plein-air».